Edilcassa Sicilia. Il nuovo presidente è Francesco Grippaldi

Francesco Grippaldi, 60 anni di Acireale, è il nuovo presidente di Edilcassa Sicilia, la cassa degli imprenditori edili siciliani che lavora per una maggiore tutela del lavoro artigiano, delle micro e piccole imprese, al servizio del mercato delle Costruzioni.

A Grippaldi tocca un compito delicatissimo. Sale in cattedra al posto dell’uscente Angelo Minì, in un momento particolarmente difficile per il settore delle Costruzioni in Sicilia dove, secondo gli ultimi dati diffusi dall’osservatorio economico regionale di Confartigianato, nell’ultimo anno hanno chiuso i battenti, nell’Isola, oltre 400 imprese artigiane edili.

Ad affiancare Francesco Grippaldi, nella qualità di vice presidente, Paolo D’Anca, segretario regionale della Filca Cisl. La cassa edile, infatti, è un ente bilaterale, costituito al 50% da rappresentanti degli artigiani edili targati Anaepa Confartigianato Sicilia e per l’altro 50% dai rappresentanti dei lavoratori edili Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil.
All’Edilcassa possono associarsi tutte le imprese artigiane e le piccole imprese fino a 50 dipendenti.

Dopo anni di presidenza regionale ad Anaepa Confartigianato, e dopo avere lasciato il testimone nelle scorse settimane al nuovo presidente Matteo Pezzino, oggi indossare i panni di presidente di Edilcassa Sicilia è motivo di orgoglio ma soprattutto di crescita per me e per tutti gli edili siciliani targati Anaepa Confartigianato – dice Francesco Grippaldi, attualmente anche presidente di Confartigianato Catania –. L’obiettivo principale sarà quello di far crescere la cassa edile in armonia, con un confronto costante e costruttivo con la parte sindacale di questo ente bilaterale. I benefici che offriamo alle nostre imprese sono tanti, in particolar modo, essendo una cassa per gli artigiani, le nostre imprese possono più agevolmente operare in tutto il territorio regionale senza un aggravio burocratico.

Il settore delle Costruzioni – aggiunge il nuovo presidente – va rilanciato a 360 gradi e dobbiamo rimettere in moto il mercato del lavoro. Dobbiamo garantire un sistema moderno, efficace ed efficiente”.

“Auguro buon lavoro al nuovo presidente della Edilcassa Sicilia, che sono sicuro si attiverà fin da subito per il rilancio dell’artigianato e delle piccole imprese della nostra regione – dice il segretario regionale della Filca Cisl, Paolo D’Anca –. Da sempre con la Edilcassa abbiamo avviato sinergie strategiche per il raggiungimento di obiettivi comuni, nella convinzione che solo attraverso la bilateralità e una cultura condivisa della tutela dei lavoratori e del rilancio occupazionale, si posso raggiungere traguardi importanti. E anche con il neo presidente ci attiveremo per promuovere linee di intervento proficue per il lavoro e lo sviluppo produttivo”.