Bilancio 2020 di Confartigianato Imprese Siracusa

Bilancio 2020 di Confartigianato Imprese Siracusa: “È stata dura ma siamo rimasti accanto alle aziende nei momenti più difficili; adesso inizia il momento del rilancio cogliendo tutte le opportunità del recovery fund e di sostegno alle imprese

Una nuova sede provinciale più ampia e funzionale, molti associati in più e la nomina

del presidente La Porta nella giunta nazionale sono alcuni degli obiettivi raggiunti

Siracusa, 4 gennaio 2021 – In questo anno difficile per il mondo delle imprese e della società in generale, Confartigianato Siracusa è stata vicina ai propri associati e non solo. Durante i pesanti giorni nei quali si è fermato il sistema produttivo del nostro paese, l’associazione datoriale ha garantito assistenza e collaborazione riguardo agli aspetti burocratici conseguenti al varo degli ormai noti Dpcm, offrendo anche un sostegno morale a quanti, colpiti dalle chiusure e dai divieti, manifestavano il desiderio di chiusura delle proprie attività.

Lo abbiamo fatto con dedizione, passione e sacrificio senza badare alle ore trascorse dietro allo schermo di un computer o rispondendo alle continue telefonate – dichiara il segretario provinciale Enzo Caschetto – e mettendo tutta la nostra competenza a disposizione delle aziende associate. Abbiamo fatto da tramite con le nostre strutture regionali e nazionali a cui ci siamo rivolti per correggere anomalie, mancanze e spesso dimenticanze della politica”.

Nonostante tutto, Confartigianato Siracusa ha confermato e portato a compimento le azioni programmate prima che il Covid stravolgesse le vite di tutti e lo ha fatto con la convinzione di chi proprio nei momenti difficili sa che bisogna reagire rilanciando. A tal proposito l’associazione datoriale siracusana si è dotata di una nuova sede molto più ampia e funzionale che si trova in Via Adda n. 33 Scala E Int. 2 dove sono erogati i servizi alle imprese ed alle persone attraverso la sede del Patronato e del CAF.

Importante ricordare che anche lo sportello anti estorsioni e ed antiusura istituito nel 2019 con l’importante apporto del coordinatore provinciale antiracket, Paolo Caligiore, continuerà ad essere operativo nella nuova sede di Via Adda.

È stato un duro lavoro ma lo abbiamo affrontato come squadra e questo è stato il motivo del nostro successo – aggiunge il presidente Daniele La Porta – ci ritroviamo infatti alla fine di quest’anno più forti e determinati, abbiamo accresciuto la nostra presenza sul territorio provinciale con l’apertura di nuove sedi e recapiti ed è aumentato sensibilmente il numero dei nostri associati sia come imprese che come persone”.

La fine 2020 e l’inizio del 2021 rappresenta per tutti e per Confartigianato nello specifico, il confine tra il periodo di resistenza e sofferenza e l’inizio della resilienza e del rilancio che caratterizzerà il nuovo anno. A tal fine una fondamentale importanza rivestiranno le risorse provenienti dall’Unione Europea che ammontano a ben 209 miliardi di Euro che nei prossimi 6 anni potrebbero cambiare il volto del nostro Paese. E in tale contesto, per Confartigianato Siracusa rivestiranno fondamentale importanza le misure di sostegno alle imprese ed all’occupazione che dovranno essere incentrate alla riduzione del carico fiscale e contributivo, alla semplificazione degli adempimenti fiscali, amministrativi ed in materia di ambiente e sicurezza dei luoghi di lavoro.

Tra le principali misure di sostegno attualmente previste, occorre rendere strutturali i bonus fiscali a favore del comparto dell’edilizia per la ristrutturazione e riqualificazione energetica e l’adeguamento sismico degli edifici attualmente in scadenza il tra il 30/06 ed il 31/12/2022.

E’ necessario inoltre varare un efficiente e funzionale piano di ammodernamento e completamento delle infrastrutture viarie e di collegamento in genere (porti, ferrovie, ecc.) che porti a migliori condizioni e ad adeguati tempi di percorrenza sia per le merci che per le persone soprattutto nelle regioni del Mezzogiorno e in particolare nel vostro territorio provinciale che per troppo tempo è rimasto tagliato fuori dagli investienti strutturali.

Infine, un’assoluta priorità rappresenta il varo di misure a favore dell’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro che per quanto riguarda Confartigianato vanno incentrate sul modello dell’apprendistato.

Insomma c’è tanto da fare per riportare la nostra provicia e con essa gli artigiani e le PMI in condizioni di competitività e redditività – conclude il presidente La Porta – ed assurdamente la pandemia può rappresentare in tal senso un’opportunità. La disponibilità di nuove risorse, l’allentamento dei vincoli di bilancio, la consapevolezza acquisita delle carenze strutturali esistenti nel nostro territorio sono l’altra faccia della medaglia della pandemia che può rappresentare una eccezionale via di sviluppo”.

Il sistema Confartigianato Imprese è disponibile a collaborare con tutti i livelli di governo attraverso le nostre strutture nazionali, regionali e territoriali, convinti come siamo che, solo attraverso il gioco di squadra si possano vincere le partite.

E in tal senso acquista maggior valore l’elezione di Daniele La Porta a componente della giunta nazionale di Confartigianato – chiosa Enzo Caschetto – perchè essa non rappresenta solo un entusiasmante riconoscimento al lavoro fatto da Siracusa, ma anche e soprattutto un’ulteriore opportunità per le nostre aziende di essere rappresentate ai livelli più alti della nostra grande associazione datoriale”.

Buon 2021 da Confartigianato Imprese Siracusa!